Cerca
  • Dino Giovannini

Covid 19: i Social Network come strumento per condividere sentimenti ed emozioni

Aggiornamento: gen 27

Il prolungarsi di fasi di stress determinato da una condizione di pericolo per la salute ha via via fatto aumentare il senso di perdita percepito, derivante dalla risposta “obbligata” alla pandemia. I blocchi, le restrizioni e tutte le misure di limitazione della libertà e delle proprie abitudini di vita hanno fortemente accentuato, in concomitanza soprattutto con la seconda ondata, la sensazione di non essere più in grado di controllare la propria vita a livello personale e sociale.

Nell’impossibilità di mettere in atto relazioni e comunicazioni “faccia-a-faccia”, i Social Network si sono rivelati un utilissimo e utilizzatissimo strumento per tenersi in contatto a distanza, assumendo in qualche modo il ruolo di surrogato del sostegno psicologico. Sulla base di un’urgenza emotiva, i “social” possono consentire infatti a una persona di esprimersi ed esplicitare i propri vissuti e sentimenti, aiutare a leggersi e a riflette su di sé, ampliare la possibilità di essere ascoltati e di consolidare le relazioni. Pur non essendo sostitutivi di un percorso, anche breve, di sostegno o di counseling psicologico messi in atto con l’aiuto di uno psicologo, i “social” si possono dunque caratterizzare come modo e mezzo per fronteggiare lo stress e la frustrazione determinati dalla pandemia.

Come esempio di quanto affermato riportiamo qui di seguito un post pubblicato su Facebook da Annalisa Contoli, pedagogista, esperta di formazione e collaboratrice dello Studio PM – Psicologia e Management.

“Pensando al mio futuro – 1 gennaio 2021

Da mesi oramai vivo in un tempo sospeso che spesso mi disorienta, scalzando quelle routine che rappresentano i miei punti di riferimento. E così se ne sono andati:

- un compleanno che avrei voluto essere regale ed invece è stato principesco;

- un’estate di gran ballotta ma a km 0;

- un quasi quadrimestre da collegio (non college); un periodo natalizio in cui non ci siamo assembrati neppure per scambiarci i regali;

- la fine di un anno fantasy (forse horror?) e l’inizio di quello successivo che però non può essere festeggiato.

L’elenco potrebbe essere arricchito ma credo di aver reso concretamente l’idea.

Spesso ho sperato si trattasse di una sorta di esperimento sociale, seppur senza precedenti. Non è così. Forse ciò che sta accadendo (come vorrei dire “che è accaduto”!) è più vicino ad una mutazione, considerata la sostanziale trasformazione dei comportamenti e del modus vivendi. Mi pare che tutto sia fermo, ma la mia testa va a mille. Ho sentito per la prima volta in vita mia vacillare la democrazia: questo mi ha spaventata. Le nostre case sono divenute come teche da cui osservare il mondo, in cui fare entrare il mondo. Zoom, Meet, Skype, Delivery, Smart Working, Dad, Google, Amazon, Netflix, ecc. Protetti ed incapsulati tra le quattro mura, ci si accontenta di surrogati di vita quotidiana, convincendosi di essere ancora reali. Ogni tanto mi chiedo se sono ancora di carne ed ossa... Sì, sì lo sono. La bilancia conferma. Quanto isolamento si è creato! Quanto tempo si è improvvisamente liberato! La tanto agognata solitudine unita alla voglia di tempo libero rischiano talvolta di trasformarsi in un vuoto che solo la vicinanza umana può colmare. Vicinanza? Oh no.... la parola d’ordine è distanziamento....

E così l’incertezza del domani rischia di togliere valore all’oggi. Ho voglia di riappropriarmi della scena, di vivere a tutto senso la mia vita, così come sono solita fare. Ho voglia di baciare, abbracciare, toccare, avvicinare, accarezzare, coccolare. É così bello stringere le mani, le persone!!! Niente. Ho proprio una gran voglia di vita e forse anche di cambiare la mia data di nascita. Perché? Semplice: nel 2021 gli astri preannunciano Giove e Saturno contro! La leggerezza forse è una delle più efficaci opportunità di contentezza che ci si possa permettere.

Ora più che mai. Dovrò accontentarmi”

(Link al post originale con gli emoji: https://www.facebook.com/annalisa.contoli

dinogiovannini@studiopm.srl



34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti